martedì 5 gennaio 2016

Incontro d'inverno: Atri.

Il tuo centro storico l'ho conosciuto in un pomeriggio d'inverno, quando le luci ad evanescenza, del periodo di festa, facevano congiungere direttamente al cielo le tue atmosfere rarefatte.

Ho subito giudicato molto conveniente la tua eleganza, che ha raggiunto i miei occhi, prima di tutto.

Il sole, assorto nel suo pallore di stagione fredda, mi faceva scandire nella mente, prima che nello sguardo, le costruzioni aggraziate e pure raffinate, che adornano l'intrico delle vie del centro.

Il pomeriggio intanto diventava veloce, alternando l'ultima luminosità dell'ora ad una nebbiolina poco trasparente.
E, come si fa quando si cerca un tepore naturale, ho indirizzato la mia vista in alto. Ho trovato l'appoggio elegante nelle mura esterne della Cattedrale Basilica di Santa Maria Assunta.
All'interno la meraviglia che solo l'abilità e l'ingegno umano possono produrre.


Così, mentre abituavo i miei occhi al buio, ho visto accendersi le luci brillanti, ad illuminare la piazza e tutti quelli che erano di ritorno dalle scene del Teatro.
Con l'illuminazione artificiale, ho assaporato il fresco sul viso, sui capelli e sulle mani.

Mi sono allontanata a malincuore, promettendomi di farti nuova visita, per apprezzare tutta l'arte che è legata al nome della cittadina abruzzese di Atri

Concetta D'Orazio

La città di Atri è in provincia di Teramo.