martedì 28 luglio 2015

Scrivo e ascolto


Le dita scivolano sui tasti, mentre ho nelle orecchie musica che mi è cara. 
Per averla accompagnata in passato, per averne goduto in momenti di tenerezza.

Questo è l'attimo che preferisco, sia pur in questi pomeriggi accaldati. 

Questa tensione, spasmodica e inebriante, mi fa impazzire.

E scrivo bene, mentre ascolto meravigliosamente. Quasi il medio e l'anulare danzassero sulle parole, con le parole. E attorno ad esse. 




C. D'Orazio