sabato 14 giugno 2014

Autori a confronto - Come ti aggiusto il file



Il nostro bel romanzo è pronto per la pubblicazione. Lo guardiamo per l’ultima volta, è preciso, editato e corretto. Presto lo vedremo brillare là, sugli scaffali virtuali della libreria online.
Nel mentre ci deliziamo, immaginando il libretto confezionato, ci rendiamo conto che manca un passaggio  fondamentale. Aiuto!
Per poter pubblicare  il testo  è necessario formattarlo e convertirlo nel formato richiesto dalla piattaforma scelta per la pubblicazione.


Antonella Sacco, Roberto Bonfanti, Mario Pacchiarotti e Concetta D’Orazio illustrano il  procedimento di formattazione e conversione del file.



Autori a confronto


L’impaginazione, la formattazione e la conversione del file di testo


Quali sono i passaggi cui uno scritto deve essere sottoposto, dopo la redazione, prima del caricamento del file nella libreria virtuale in cui verrà pubblicato?
Ogni piattaforma, generalmente, ha le sue regole da seguire per l’impaginazione. È bene rispettarle in maniera da evitare spiacevoli risultati finali.
I  miei consigli derivano dalla esperienza personale.

1. Impaginazione e formattazione del testo

Dopo aver scelto un font (controllate se nella guida non si faccia riferimento all’uso di qualche carattere predefinito) ed aver dato grandezza pari a 11/12 punti (dipende dal tipo di font), proseguo formattando la pagina (precedentemente impostata in A4) con la giustificazione del testo e la centratura del titolo, in neretto, dei vari capitoli. L’interlinea solitamente la scelgo di 1,5 righe e, in genere, preferisco non mettere spaziatura dopo l’invio, a meno che non io non voglia inserire una pausa forte nel discorso. Non è una regola ferrea questa ma dipende dal tipo di testo e dai "respiri" che si vogliono eventualmente dare ai vari paragrafi.
Io preferisco non impostare margini alla pagina, se non quelli che vanno in automatico, ma so che c’è chi mette spaziatura di 1.5 o 1.7 a destra e sinistra.
Alla fine di ogni capitolo aggiungo una interruzione di pagina. Questa è assolutamente necessaria perché permette al nuovo capitolo (o comunque alla nuova sezione) di andare nella pagina successiva. 
Si eviterà così di trovare quella inestetica visione sul dispositivo di lettura del capitolo che inizia direttamente sotto a quello precedente.

2. Inserimento delle note e del sommario

Per mettere note e sommario faccio un identico procedimento. Vi dico come procedere.
Per le note, occorre innanzitutto digitare il numeretto vicino alla parola di cui si vorrà dare la spiegazione. I numeri vanno messi in formato apice (selezionandoli, scegliendo quindi l’opzione“carattere” e spuntando la casellina apice apice).
Nella pagina che vorrete dedicare alle note, generalmente a fine ebook, riportate dunque le spiegazioni delle note, anticipate dal relativo numeretto. Evidenziate il numero, cliccate con il tasto destro e scegliete “inserisci segnalibro”. Date un nome al segnalibro (es: nota 1, nota 2, eccetera).
Ritornate all’apice vicino alle parole, evidenziatelo e scegliete dal menù “Collegamento ipertestuale”. Collegate quindi il numero in formato apice alla relativa nota a fine libro. Procedete così per tutte le note.
Per il sommario, come ho già detto, il procedimento è lo stesso. A fine (o ad inizio) libro inserite l’indicazione dei diversi capitoli.
Capitolo I
Capitolo II
Capitolo III
Nel libro evidenziate il titolo dei vari capitoli, inserite il segnalibro, come sopra.
Nell'elenco dei capitoli inserite per ognuno di essi il collegamento ipertestuale che rimanda al relativo segnalibro.


3. Formato del file

Come ho già detto sopra, ogni piattaforma per la pubblicazione ha le sue regole, in base alle quali dovrete decidere di salvare ed eventualmente convertire il file che avete preparato.
La mia esperienza è questa: a revisione, impaginazione e formattazione avvenuta, salvo il mio file in formato “Pagina web filtrata”. Caricherò questo file nella libreria della piattaforma.

4. Visione dell’anteprima

Prima di cliccare sul bottone “pubblica”, controllo attentamente la resa a video finale del file.
Con l’applicazione per l’anteprima è possibile vedere il risultato del libro sulla pagina virtuale dell'ebook ed eventualmente procedere ad opportune modifiche sul testo originario.

5. Caricamento della copertina

Dopo aver preparato la mia copertina, impostandone il formato nella misura di 1000x1600 pixel, la salvo in formato .jpeg.
Procedo quindi  al caricamento del file nella libreria della piattaforma.


Mettere online un libro, dunque, non è poi così difficoltoso. I passaggi possono sembrare complicati ma presto vi renderete conto che non è così.
Dopo la prima esperienza riuscirete ad eseguirli con grande naturalezza.

Concetta D’Orazio